Analisi economiche e statistiche – Porto Torres

PRINCIPALI INDICATORI ECONOMICI

POPOLAZIONE RESIDENTE


DEL TOTALE PROVINCIALE

4° comune per popolosità del nord Sardegna

IMPRESE ATTIVE


DEL TOTALE PROVINCIALE

5° polo per concentrazione di attività di impresa della Sardegna settentrionale

ARRIVI NELLE STRUTTURE RICETTIVE


DEL TOTALE PROVINCIALE

19° posto nella classifica dei 92 comuni del nord Sardegna per presenza turistica

IL COMUNE

Situato nella punta nord ovest dell’Isola, il comune di Porto Torres, all’inizio del 2020, conta oltre 21 mila residenti, in flessione del 0,7% rispetto all’anno precedente.
In termini demografici l’amministrazione turritana rappresenta il 4% dei residenti totali provinciali e si pone come quarto comune per popolosità del nord Sardegna.
Le imprese attive nel territorio sono poco meno di 1.500, pari al 3,2% dell’intero tessuto imprenditoriale della provincia di Sassari.
A fine 2019 il sistema produttivo turritano si attesta quale terzo polo per concentrazione di attività di impresa della Sardegna settentrionale.
Gli arrivi nelle strutture ricettive porto torresi raggiungono solo l’1% di quelle totali provinciali e la località si pone al 19° posto nella classifica dei 92 comuni del nord Sardegna per presenza turistica nelle proprie strutture alberghiere ed extra-alberghiere.

EVOLUZIONE DELLE IMPRESE ATTIVE – ANNI 2015-2019

La dinamica delle imprese localizzate nel territorio mostrano un continuo, seppur leggero, trend al ribasso e negli ultimi 5 anni di analisi si registra una perdita del 3% delle imprese attive.
La riduzione della base imprenditoriale frena nel 2019 e conta solo 2 attività in meno rispetto all’anno precedente.

INCIDENZA DELLE IMPRESE ATTIVE PER SETTORE – ANNO 2019

Dal punto di vista settoriale la tessitura del sistema imprenditoriale evidenzia una larga presenza delle attività commerciali, pari al 26%, leggermente superiore al 24% della media provinciale.
Rispetto al nord Sardegna nel complesso, nel territorio di Porto Torres pesano maggiormente anche le attività industriali, rappresentate principalmente dalle attività manifatturiere (9% contro 7%), e quelle del multi-settoriale comparto dei servizi, oltre 3 punti percentuali in più.

I NUMERI DEL PORTO – ANNO 2019

Il porto di Porto Torres è il secondo scalo isolano in ordine di passeggeri e merci. Così come dichiara l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, esso è considerato un porto
«multipurpose», diviso in tre aree:
➢ il porto civico , dedicato alle navi ro/ro passeggeri e merci e al traffico da diporto;
➢ il porto industriale;
➢ un terminale, fino a qualche anno fa destinato al traffico di combustibili solidi e liquidi.

GENERALITÀ

L’agglomerato di Porto Torres si estende su 2.350 ettari circa di territorio, dei quali 1.280 di proprietà delle società del gruppo ENI.
Con l’insediamento del polo petrolchimico a Porto Torres è iniziata la tradizione industriale del nord ovest della Sardegna e, dalla fine degli anni ’60, nell’agglomerato si è assistito alla nascita di numerose aziende di produzione e servizi.
Uno dei vantaggi dell’agglomerato è rappresentato dall’accesso diretto al mare attraverso il porto industriale, la cui area di pertinenza copre attualmente una superficie di 104 ettari, oggi di competenza dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna.
L’agglomerato dispone di dotazioni infrastrutturali e di servizi di elevato livello tecnologico.
Con la prossima realizzazione delle reti di gas e fibra ottica, le imprese insediate nel sito potranno usufruire di ulteriori servizi innovativi che renderanno l’area consortile ancora più vantaggiosa e indispensabile per lo sviluppo dell’economia locale.

LE IMPRESE

Le aziende operative insediate sono oltre un centinaio e danno lavoro a più di 1.600 addetti.
La forma giuridica più presente è quella della “società di capitale”, principalmente «società a responsabilità limitata», che costituisce oltre il 70% delle attività totali.
Nel comparto turritano sono insediate una ventina di unità locali di società con sede legale fuori dalla provincia operanti quasi esclusivamente nel settore chimico e meccanico.
Poco più del 20% delle 123 imprese attive hanno un indirizzo legale fuori dalla provincia di Sassari, principalmente di origine lombarda (12 società) e laziale (5 attività).
Delle 97 iniziative produttive sarde, 80 hanno la loro sede legale amministrativa nel comune di Porto Torres. Le società con il numero più alto di dipendenti occupati nella sedi di Porto Torres sono:
➢ per le imprese con sede fuori provincia, la Versalis Spa (267 unità);
➢ per quelle con sede legale nella provincia di Sassari la Fiume Santo Spa (195 addetti) e Matrica Spa (107 dipendenti).

LOCALIZZAZIONE REGIONALE DELLA SEDE LEGALE
I SETTORI ECONOMICI

Oltre un terzo delle attività presenti nell’agglomerato di Porto Torres, a esclusione di quelle situate nel «polo chimico», sono inquadrate nel macro-settore delle industrie manifatturiere, principalmente nella fabbricazione di prodotti in metallo, nella riparazione di macchinari e nella realizzazione dei prodotti chimici. Buona la partecipazione del comparto dei trasporti che, grazie alle 11 imprese, impegna circa 150 dipendenti e ospita alcune delle società con il miglior fatturato dell’Isola.

INCIDENZA % IMPRESE E ADDETTI PER SETTORI ECONOMICO
I VALORI ECONOMICI

La forte presenza di “società di capitale” ha permesso un’analisi dei principali indicatori di bilancio. Lo studio effettuato su oltre 50 società con sede legale nella provincia di Sassari operanti nell’area consortile indica un rafforzamento del fatturato nell’anno 2018 (ultimo dato disponibile), rispetto al 2019, di circa 3 punti percentuali.
L’analisi dei dati bilancio, eseguita su 56 documenti contabili depositati nel 2019 da imprese con sede nella provincia di Sassari, ha registrato un fatturato mediano di 450 mila euro, inferiore rispetto ai risultati economici del 2017 (-16%), ma se considerato complessivamente fa segnare una crescita del +1,3%, passando da 89,1 milioni di euro nel 2017 a 90,2 nel 2018.
Il trend crescente è ascrivibile principalmente all’espansione dei ricavi della CIM Srl (+2,1 milioni), della Eurofrio Engineering Srl (+1,2 milioni di euro) e della Verde Vita Srl (+982 mila euro).

LA FORMA GIURIDICA

L’identificazione di 123 attività, lo studio delle performance economiche e l’analisi del livello occupazionale all’interno del sito hanno permesso di confermare il reale peso sociale ed economico dell’ente consortile sul territorio turritano.
Due imprese su tre sono costituite con la forma giuridica della «società di capitale», la restante parte sono distribuite tra «ditte individuali» e «società di persone».

INCIDENZA % IMPRESE PER FORMA GIURIDICA
INCIDENZA NUMERICA

All’interno del «polo chimico», la forte concentrazione di «Società per azioni» conferma la rilevanza del sito industriale sia in termini reddituali che occupazionali.
Dal punto di vista economico si segnala la presenza della Versalis Spa, società con un fatturato nel 2018 superiore a 5 miliardi di euro, in crescita di 6 punti percentuali rispetto all’anno precedente.

Dal lato occupazionale l’analisi evidenzia la presenza di oltre 700 addetti, pari a oltre il 40% dell’occupazione totale impegnata nel sito industriale di Porto Torres.

AGGLOMERATO: 123
69 SRL
17 SOCIETÀ PER AZIONI
16 DITTE INDIVIDUALI
13 SOCIETÀ DI PERSONE
8 SOCIETÀ COOPERATIVE
delle quali:

POLO CHIMICO: 13
8 SOCIETÀ PER AZIONI
3 SOCIETÀ COOPERATIVE
2 SRL