AGGLOMERATO INDUSTRIALE DI PORTO TORRES

DSC 0232

La tradizione industriale del nord ovest del Sardegna inizia a Porto Torres con l'insediamento del polo petrolchimico, la cui presenza ha determinato alla fine degli anni '60 la nascita di numerose aziende dell'indotto operanti sia nelle produzioni che nei servizi.

Oggi il sito di Porto Torres rappresenta l'area più vasta e di maggiore rilevanza tra quelle di competenza del C.I.P. di Sassari, si estende su 2.311 ettari di territorio, di cui 1.280 già utilizzati da varie tipologie di attività industriali; oltre alle aree occupate dal polo chimico, vi sono ben 408 ettari destinati ad altre tipologie di attività.

La peculiarità di questo agglomerato è data dall'accesso diretto al mare attraverso il porto industriale, la cui area di pertinenza copre attualmente una superficie di 104 ettari. L'agglomerato dispone di dotazioni infrastrutturali e di servizi di elevato livello tecnologico dislocati in un'area di 521 ettari, mentre ben 355 ettari sono destinati a infrastrutture e verde consortile.

Chimica Verde e bonifiche
Nuove opportunità di investimento
Le aree finora occupate dalle produzioni della chimica del polo Syndial-Polimeri Europa, sono oggi al centro di un importante processo di riconversione. In questo sito la joint venture Matrica, formata da Novamont e Polimeri Europa, darà vita a uno dei più grandi poli industriali di 'Chimica Verde' a livello internazionale, che opererà per la produzione di una gamma articolata di prodotti biodegradabili di origine vegetale, quali bioplastiche, lubrificanti e additivi.
La struttura industriale esistente sarà sostituita da sette nuovi impianti, inoltre attraverso l'azione di bonifica sarà possibile disporre di ulteriori aree per nuovi insediamenti di aziende che potranno operare nella filiera della chimica verde o in altre tipologie produttive dell'indotto.
Un nuovo investimento che rappresenta una grande opportunità sia per gli imprenditori locali che per quelli provenienti da aree nazionali e internazionali.

Le competenze dell'area
Il sito industriale di Porto Torres proprio a seguito della pluriennale presenza del polo chimico, oggi vanta competenze professionali e tecniche di alto profilo che rappresentano un'importante risorsa per i futuri investimenti che interesseranno l'area.
Le attività di trasformazione insediate in questo sito, ripartite tra raffinerie, chimica e fibre, hanno raggiunto consistenze superiori al 50% sia in termini di superficie occupata che di addetti impiegati, stimolando inoltre la creazione di numerose aziende esterne di servizi, assistenza tecnica, produzioni e trasformazioni di materie derivate dalle lavorazioni di base del polo chimico.

Il porto e i progetti per lo sviluppo della nautica
Il porto industriale di Porto Torres, situato a ovest dell'omonimo porto commerciale, gode di una posizione strategica di fronte al polo petrolchimico e rappresenta la più grande piattaforma logistico industriale del centronord dell'Isola: è il principale scalo per i collegamenti Ro-Ro misti nazionali con il porto di Genova, con Civitavecchia, e per i collegamenti Ro-Ro misti internazionali con la Francia e con la Spagna. Importante polo di servizio delle aree industriali contigue dispone di uno scalo merci attrezzato, in particolare, per il trasferimento modale gomma/ferro e per il traghettamento di carri.
I recenti progetti innovativi mirano a fare di Porto Torres l'hub isolano del trasporto merci su rotaia attraverso la realizzazione del raccordo per il collegamento fra la rete ordinaria, il porto industriale e il centro intermodale. L'enorme potenzialità della risorsa portuale ha inciso sulle scelte del Consorzio che guarda al settore nautico, quale ambito strategico nel quale concentrare progetti ed iniziative future.

I costi e le modalità di acquisto dei terreni
L'assegnazione del terreno avviene a seguito di richiesta con descrizione dell'iniziativa e del business plan.
Il prezzo di vendita dei lotti siti in questo agglomerato industriale è stabilito in € 14,50 al mq + IVA.
Per i terreni disponibili e già acquistati, l'assegnazione è immediata, avviene in 20 giorni circa e prevede il pagamento del 5% del costo del terreno quale deposito cauzionale.
I numerosi lotti disponibili in questo sito sono di differenti dimensioni, variabili da un'estensione minima di 1000 mq fino ad un massimo di 20.000 mq; il Consorzio comunque garantisce la sub-partizione dei lotti o la loro aggregazione, in funzione delle specifiche esigenze delle aziende che ne facciano richiesta, compatibilmente con le indicazioni previste dai regolamenti urbanistici vigenti.

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo l'utente accetta l'uso dei cookies sul dispositivo. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra pagina dedicata alla privacy policy..

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information